Rilasciata Chakra 2013.05 Benz

chakra-small
Rilasciata una nuova ISO di Chakra Linux che comprende gli ultimi aggiornamenti resi disponibili, dopo la notizia ufficiale una notazione su come ottenere un’installazione completamente localizzata in italiano.

“La squadra del progetto Chakra è lieta di annunciare il terzo rilascio di Chakra Benz. “Benz” è il nome che è stato scelto per i rilasci di Chakra che seguono la versione di KDE Software Compilation 4.10.Questo nuovo rilascio include alcune nuove caratteristiche:Oktopi, una promettente interfaccia grafica per Pacman che è stata aggiunta di recente al repository stable, e che adesso è installata di default. Per maggiori informazioni su Oktopi, controllate il forum.kio-mtp, che porta il supporto ai dispositivi mobili in Dolphin.

Konversation rimpiazza Quassel come client di default di IRC in Chakra.

Fcitx ora è il metodo di input di default (per le lingue Asiatiche). Questa decisione è stata presa dalla comunità di Chakra sul forum.

I bundle non sono più disponibili in questo nuovo rilascio di Chakra. Sono stati rimpiazzati da pacchetti reali, installati nei propri percorsi in: /extra. Il repositoryExtra, che fornisce questo insieme di applicazioni e dipendenze in GTK, è disabilitato di default. Per abilitarlo, è necessario aprire come amministratore(root) il file/etc/pacman.conf e decommentare le corrispondenti righe. Per Maggiori informazioni si veda Gestire i repository nella documentazione.

Inoltre, a grande richiesta, forniamo anche la ISO con un file torrent ufficiale. Troverete il link del torrent nella pagina di Download.

Come al solito, questo nuovo rilascio include le nuove versioni dei software:

Per creare un supporto di installazione affidabile, si consiglia di seguire leistruzioni del wiki. Le ISO di Chakra non supportano Unetbootin e i DVD devono essere masterizzati a velocità non superiore a 4x.

La nuova ISO presenta un problema che non è stato risolto e che verrà sistemato con il prossimo rilascio (probabilmente con kde 4.10.4).
Si tratta di un problema con la localizzazione, sostanzialmente nel file/etc/locale.gen non sono presenti le “voci” per la localizzazione nella lingua scelta in fase di installazione, quindi il sistema appena installato risulterà in parte in inglese ed in parte in italiano anche se tutti i pacchetti necessari sono installati.
Propongo qui la soluzione suggeritami dall’utente FranzMari moderatore globale del forum italiano:
Apriamo il file /etc/locale.gen ad esempio con nano, dando da terminale
sudo nano /etc/locale.gen
 
Aggiungere le seguenti stringhe:
it_IT.UTF-8 UTF-8
it_IT ISO-8859-1
[email protected] ISO-8859-15
 
Premere dunque Ctrl+x e rispondere s alla richiesta di salvataggio.
 
Dare quindi da terminale:
 
sudo locale-gen -a 
 
Riavviata la sessione si dovrebbe accedere ad un sistema  perfettamente localizzato in italiano.
Buona installazione 🙂
  • Wolf MD

    Hai avuto modo di testare questa distro? Se si che idea ti sei fatto?
    Personalmente ritengo che sia la distro-KDE più interessante sul “mercato” (certo strada ne ha da percorrere).

    • thetall82

      Dunque, avevo provato Chakra ma ormai un paio d’anni fa, nell’estate del 2011. L’impressione che ne avevo avuto era ottima dal punto di vista delle prestazioni e devo dire anche del riconoscimento hardware. KDE era scattantissimo ed elegante. Mi incuriosiva il fatto che lo avesse scelto come unico DE ufficialmente supportato, utilizzando il sistema dei bundle (poi dismesso) per poter installare installazioni GTK. Ma la cosa che più mi attraeva è che fosse a rilascio semi-continuo (semi-rolling). Ancora poco adatta secondo me all’utente medio con poca esperienza e tempo da dedicare a studiare il sistema e risolvere i problemucci quotidiani, ma molto molto promettente come distro desktop 🙂